Cerca nel blog

venerdì 23 giugno 2017

WELFARE CHE IMPRESA: CONCORSO PER STARTUP


“Welfare, che impresa!” è il concorso rivolto a startup sociali under 35 chiamate a presentare progetti innovativi, capaci di favorire la coesione sociale, lo sviluppo e il fare rete. È promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Golinelli e Ubi Banca con l’obiettivo di dare opportunità ai giovani, favorendo la crescita della cultura imprenditoriale per poter affrontare le sfide del mondo del lavoro.

Attraverso questa iniziativa si tenta di creare un ecosistema che sia in grado di far fronte alle crescenti esigenze di Welfare, ma anche di sostenere la creazione di business, contribuendo allo sviluppo del Paese. I quattro ambiti di azione sono: agricoltura sociale, valorizzazione del patrimonio culturale e conservazione del paesaggio, Welfare culturale inclusivo e servizi alla persona e Welfare comunitario
                              
Al concorso, il cui premio è di €20mila, possono partecipare le startup sociali i cui componenti siano in maggioranza under 35 e costituite da non più di 5 anni, ma saranno ammesse a partecipare anche quelle che verranno costituite entro il prossimo 15 settembre.

La presentazione dei progetti dovrà essere effettuata entro le ore 12 del 15 settembre 2017.

Per info:



venerdì 16 giugno 2017

SMART&START ITALIA FINANZIA LE START-UP INNOVATIVE


Smart&Start Italia finanzia le start-up innovative, iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese, che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.

Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 48 mesi.
Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società: possono accedere a Smart&Start Italia anche persone fisiche (compresi i cittadini stranieri in possesso del "visto start-up") che intendono costituire una start-up innovativa.
La costituzione della nuova società sarà richiesta, infatti, solo dopo l’approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.


Smart&Start Italia agevola progetti che prevedono programmi di spesa di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, per acquistare beni di investimento e sostenere costi di gestione aziendale. Le agevolazioni consistono in finanziamenti a tasso zero, da restituire in 8 anni, fino al 70% dell’investimento totale, che sale all’80% in caso di startup costituite esclusivamente da donne o da giovani.

Scadenza: fino a esaurimento fondi

Per info:



LIBRI CHE HANNO FATTO L'EUROPA: MOSTRA IN SENATO





In occasione del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma, nella Sala Koch di Palazzo Madama, fino a martedì 20 giugno, è possibile visitare la mostra Libri che hanno fatto l'Europa. 

Governo dell'economia e democrazia dal XV al XX secolo, una selezione di 140 prime e rare edizioni di opere dei padri del pensiero economico, giuridico e politico europeo. Le opere provengono per la gran parte da collezioni private italiane ed estere, integrate da quattro pregiate edizioni provenienti dalla Collezione Goldsmith della Senate House Library, University of London.

Breve guida:

Per info:



martedì 13 giugno 2017

COMMISSIONE UE SOSTIENE LE IMPRESE SOCIALI



La Commissione europea nell’ambito del programma Easi lancia un bando per sostenere i costi di transazione per il finanziamento delle imprese sociali allo scopo di favorire lo sviluppo del mercato della finanza per l’imprenditoria sociale e un maggior accesso al credito per queste imprese.
Si tratta di una sovvenzione da combinare con gli strumenti finanziari come mezzo per affrontare la discrepanza tra l’ammontare necessario e sostenibile del finanziamento. In questo modo il bando mira a stimolare investimenti di capitale di rischio inferiori a €500.000.

I progetti selezionati potranno essere cofinanziati fino all’80 per cento dei costi totali ammissibili dell’azione e il contributo richiesto dovrà essere compreso tra 300mila e 1milione di euro.

La sovvenzione sarebbe destinata agli intermediari finanziari che effettuano investimenti di capitale di rischio a lungo termine di entità inferiore a €500.000 - sotto forma di equity, quasi-equity o finanziamento ibrido – nelle imprese sociali stabilite nei Paesi ammissibili al programma Easi.

Possono partecipare al bando persone giuridiche stabilite nei Paesi ammissibili al programma Easi: un fondo di investimento, un fondo di fondi, una “società veicolo”; un organismo di (co-) investimento; una fondazione pertinente.

 Tre le scadenze previste per la presentazione delle candidature: 15 luglio 2017, 1° dicembre 2017 e 15 aprile 2018. Tuttavia, la Commissione Ue specifica che il bando potrebbe essere chiuso prima della seconda o terza scadenza qualora non rimanessero risorse sufficienti dopo la valutazione delle proposte presentate sulla prima o seconda scadenza.

Per info:



LA REGIONE LAZIO SOSTIENE INIZIATIVE CULTURALI



La Regione Lazio sostiene in modo concreto la programmazione degli eventi e delle iniziative culturali in tutti i Comuni del Lazio concedendo fino a 15mila euro di contributo.

Sarà valutata una sola proposta per ciascun Comune finalizzata alla promozione e alla valorizzazione del territorio.

Entro il 21 giugno, un Comune, può inviare il progetto agli assessorati Enti Locali e Bilancio.

Per info:



martedì 6 giugno 2017

FONDO UNRRA: DIRETTIVA IN FAVORE DI SOGGETTI IN CONDIZIONI DI MARGINALITÀ SOCIALE




Il Ministro dell’Interno ha determinato gli obiettivi generali, i programmi prioritari, nonché i criteri per l’assegnazione dei contributi di 1.800.000 euro per finanziare servizi di accoglienza abitativa, di assistenza ai senza fissa dimora, di distribuzione di alimenti, per il 2017.

Potranno avanzare richiesta di contributo, indicando analiticamente le attività da svolgere e le spese che le stesse comportano, gli enti pubblici e gli organismi privati aventi personalità giuridica o regolarmente costituiti ai sensi degli articoli 14 e seguenti del codice civile o con requisiti espressamente previsti dalle specifiche legislazioni del settore, che svolgono attività rientranti nella specifica area di intervento da almeno 5 anni.

Le domande di contributo devono essere presentate a partire dalle ore 12.00.00 del giorno 16 giugno 2017 fino alle ore 12.00.00 del giorno 19 luglio 2017. 

Per info:



AVVISO PER IL FINANZIAMENTO DI INTERVENTI PER LA “PROMOZIONE DELLE PARI OPPORTUNITÀ A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ”




Il Dipartimento per le Pari Opportunità intende promuovere e sostenere interventi rivolti alla affermazione delle pari opportunità per i soggetti nel campo dell'impresa privata, dell'arte e cultura, e dello sport, ispirati dal principio di fondo che è necessario promuovere l’integrazione tra disabili e non disabili secondo quanto stabilito dalla Legge 3 marzo 2009, n. 18, di ratifica ed 3 esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e realizzati da soggetti senza fini di lucro.


Tali iniziative dovranno essere rivolte a valorizzare e accrescere le capacità dei soggetti persone con disabilità, ed in particolare dei soggetti con disturbi dello spettro autistico, per l'accesso al mondo del lavoro e dell'impresa, e la diretta frequentazione di discipline sportive e artistiche, rafforzare le abilità e le competenze possedute e integrare a livello relazionale, promozionale e culturale delle persone con disabilità con tutti gli altri attori della società.

Possono partecipare al bando: organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, enti di promozione sociale, enti ecclesiastici, Fondazioni, enti morali e associazioni culturali, Università, enti di ricerca, scuole, imprese nel settore dei servizi sociali, assistenziali e/o sanitari, operatori economici di altri settori.

Il contributo massimo richiedibile per ciascun progetto non potrà superare l'importo di euro 250.000,00.

Per info:



mercoledì 17 maggio 2017

ODIO ON-LINE: PROGETTI EUROPEI PER MONITORARE, PREVENIRE E COMBATTERE L’INCITAMENTO


La Commissione Europea – DG Giustizia finanzia progetti che contribuiscono a monitorare, prevenire e combattere l’incitamento all’odio online.

I progetti finanziabili che possono essere presentati anche da organizzazioni non profit riguarderanno:
- Progetti finalizzati a migliorare la comprensione del fenomeno e a combattere l’incitamento all’odio sulle piattaforme dei social media
- Progetti finalizzati allo sviluppo della capacità della società civile di segnalare alle società informatiche i contenuti online che incitano all’odio
- Progetti sullo sviluppo di narrazioni equilibrate online e per la promozione del pensiero critico da parte degli utenti di Internet
- Progetti finalizzati a combattere l’incitamento all’odio online verso i giornalisti, a raccogliere dati sugli abusi online contro gli operatori dei media e ad analizzare i loro effetti sul dibattito democratico.

Budget complessivo è di € 1.500.000 mentre il budget individuale, il cui contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto, non può essere inferiore a 75.000 euro.

Scadenza: 29 Giugno 2017

Per info:



martedì 16 maggio 2017

REGIONE LAZIO FINANZIA BANDO PER PROGETTI SOLIDALI A ROMA


Il bando è gestito da Roma Capitale nell'ambito della prosecuzione delle iniziative regionali per il Giubileo della Misericordia. Potranno partecipare le organizzazioni del volontariato iscritte da almeno sei mesi all'apposito registro regionale e che dispongano di una sede operativa a Roma

Nel dettaglio, gli ambiti di intervento dei progetti sono quattro:
- volontariato municipale, ovvero attività intergenerazionali dai minorenni agli anziani a rafforzamento dei servizi sociali territoriali;
- tutori volontari, per il rafforzamento delle azioni di tutela dei minori con disagio e dei minori stranieri non accompagnati;
- volontariato solidale, a supporto delle iniziative di volontariato a favore delle comunità e dei quartieri di Roma;
- volontariato per i senza dimora, attraverso attività di ascolto, mediazione culturale e domiciliazione postale.

Ciascun progetto approvato, di durata annuale, potrà ricevere un finanziamento che va dai 12mila ai 26mila euro.

Le proposte progettuali dovranno essere inviate entro le ore 12 del 22 giugno 2017.

Per info:



martedì 2 maggio 2017

CONCORSO NAZIONALE DONNA E LAVORO STARTUP 2017


Eurointerim Spa Agenzia per il Lavoro organizza il Concorso nazionale Donna e Lavoro Startup 2017, giunto alla sua settima edizione.

Il Concorso intende premiare le Startup al femminile e sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove idee e/o di nuove imprese e l’introduzione di esse nel mondo del lavoro. L’obiettivo è, infatti, affiancare imprenditori/imprenditrici e le loro idee di business innovative.

Il Premio è aperto a tutti coloro che intendano realizzare un progetto di impresa ed è rivolto a ogni Startup e PMI a tema Donna e Lavoro. 

La scadenza per inviare la candidatura è il 30 settembre 2017

L’idea vincente verrà premiata da Eurointerim Spa con un riconoscimento in denaro di euro 2.000. Il secondo e il terzo classificato verranno premiati rispettivamente con euro 1.500 e 1.000.

È stato istituito inoltre un Premio speciale di 500 euro per un Progetto con considerevole impatto sociale.

Per info:



domenica 30 aprile 2017

BONUS MAMMA


Dal 4 maggio 2017 sarà possibile inviare le domande per ottenere il premio di €800 per la nascita o l'adozione di un minore, previsto dalla legge di bilancio per il 2017.

Il beneficio economico sarà corrisposto dall’INPS su domanda della futura madre, al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’8 mese) oppure alla nascita o adozione o affido avvenute nel 2017. Il premio è concesso in un’unica soluzione per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. 

Hanno diritto al bonus le cittadine italiane e comunitarie, le donne con status di rifugiate politiche e coloro che sono in possesso del permesso di soggiorno UE di lungo periodo.

La domanda deve essere presentata telematicamente all’INPS dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e, comunque entro un anno dalla nascita. Per le nascite avvenute dal 1 gennaio al 4 maggio 2017, slitta il termine di un anno per la presentazione: e decorre dal 4 maggio.
Come fare la domanda
La domanda deve essere presentata telematicamente all’INPS: o via web, utilizzando i servizi telematici del portale www.inps.it, accessibili direttamente dalla mamma tramite il Pin; o chiamando il Contact Center Integrato al numero 803164, gratuito da telefono fisso, oppure al numero 06164164 per le chiamate da cellulare con tariffazione a carico dell’utente; oppure tramite i patronati. Per certificare lo stato di gravidanza si può presentare allo sportello il certificato originale o di copia autentica, oppure spedirlo a mezzo raccomandata, oppure indicare il numero del protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico del servizio sanitario nazionale o convenzionato Asl. Per le sole madri non lavoratrici, bisogna fornire il numero identificativo a 15 cifre di una prescrizione medica emessa da un medico del SSN o convenzionato, con indicazione del codice esenzione compreso tra M31 e M42 incluso. Se la domanda è presentata a parto già avvenuto, la madre dovrà autocertificare nella domanda il codice fiscale del bambino. Le cittadine extracomunitarie in possesso del permesso di soggiorno valido ai fini dell’assegno di natalità devono certificare il possesso di tale titolo inserendone gli estremi nella domanda telematica.


Per info:


venerdì 28 aprile 2017

BONUS ASILI NIDO


Un “bonus nido” per i bambini nati o adottati a partire dal 1° gennaio 2016, è destinato al pagamento delle rette dell’asilo pubblico o privato e il genitore richiedente dovrà essere avere specifiche caratteristiche: genitori richiedenti che sostengono l’onere della retta, che siano conviventi con i figli e in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana, oppure di uno Stato membro dell’Unione europea oppure, in caso di cittadino di Stato extracomunitario, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di cui all’art. 9 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 e successive modificazioni;
b) residenza in Italia.

Il contributo è erogato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale tramite un pagamento diretto, con cadenza mensile, al genitore richiedente.

Per info:



mercoledì 26 aprile 2017

GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO: BANDO DELLA CHIESA AVVENTISTA


La Chiesa Avventista, grazie ai fondi che riceve dall’8xmille, finanzia progetti sociali, culturali e umanitari delle organizzazioni non profit che presentano domanda. Per il 2017 saranno scelti alcuni progetti secondo le linee guida del bando Gioco d’Azzardo patologico (GAP) e contrasto all’usura.

Il bando possono partecipare gli Enti pubblici e le organizzazioni non lucrative costituite prima del 31/12/1015; i progetti‚ presentati esclusivamente attraverso l’apposito modulo devono pervenire entro le ore 24 del 30 giugno 2017.


Per info:



RIUTILIZZO A FINI SOCIALI DEI BENI CONFISCATI ALLE MAFIE: BANDO REGIONE LAZIO


Pubblicato dalla Regione Lazio il bando che concede finanziamenti in conto capitale per la realizzazione di opere di ristrutturazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata. La finalità è favorire il riutilizzo e la fruizione sociale dei beni confiscati alle mafie in attuazione di politiche sociali a favore della legalità, della sicurezza e della prevenzione delle situazioni di disagio, di accoglienza e di supporto per le vittime di reato.

Destinatari dell’avviso sono gli enti locali che, anche in forma associata, possono amministrare direttamente il bene o, sulla base di apposita convenzione, assegnarlo in concessione a titolo gratuito a:
  • comunità, anche giovanili
  • enti e associazioni maggiormente rappresentative degli enti locali
  • associazioni di volontariato di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266
  • cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381
  • comunità terapeutiche e centri di recupero e cura di tossicodipendenti di cui al testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza
  • associazioni di protezione ambientale riconosciute ai sensi dell'articolo 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349 e successive modifiche
  • operatori dell’agricoltura sociale riconosciuti ai sensi delle disposizioni vigenti

Ciascun ente potrà presentare, a pena di esclusione, un solo progetto/istanza che potrà essere finanziato per un importo non superiore ai 70mila euro.

Gli interventi ammissibili dovranno riguardare:
  • opere di manutenzione ordinaria/straordinaria,
  • restauro e risanamento/ristrutturazione edilizia, ivi compresi il ripristino dell’agibilità del bene e la sua messa in sicurezza con interventi di tipo strutturale, di finitura e/o di impiantistica, l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’adeguamento alla normativa vigente in materia di misure antincendio.

Tutti gli interventi dovranno essere finalizzati a garantire il riutilizzo e la funzione sociale dei beni confiscati alla criminalità ed essere funzionali alle attività/servizi da svolgere al loro interno.
L’istanza di finanziamento dovrà essere presentata entro le ore 14:00 del 5 giugno 2017.

Per info:



giovedì 13 aprile 2017

REGIONE LAZIO: BANDO "INNOVAZIONE SOSTANTIVO FEMMINILE"


Pubblicato dalla Regione Lazio il bandoInnovazione Sostantivo Femminile”, per sostenere la nascita e lo sviluppo di idee e progetti imprenditoriali innovativi da parte delle donne, promuovendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile.

Potranno partecipare al bando, oltre alle libere professioniste, le imprese “al femminile” già costituite (micro, piccole e medie imprese e società tra professionisti in cui il titolare sia una donna, società di capitali le cui quote siano, per almeno 2/3, in possesso di donne e rappresentino almeno i 2/3 del totale dei componenti dell’organo di amministrazione, cooperative o società di persone in cui il numero di donne socie sia almeno il 60% della compagine sociale), ma anche quelle che ancora non lo sono, purché in caso di esito positivo della partecipazione al bando, la costituzione dell’impresa avvenga entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione del finanziamento.

Saranno finanziabili i progetti che includano la realizzazione di nuovi prodotti o servizi tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie e che siano coerenti con le aree di specializzazione della Smart Specialization Strategy (S3) regionale (ossia Scienze della vita e benessere, Energia e ambiente, Agroalimentare, Mobilità sostenibile, Fabbricazione digitale, Domotica ed edilizia sostenibile, Beni culturali e tecnologie della cultura, Industrie creative digitali, Aerospazio, Sicurezza e protezione). Inoltre, potranno ottenere le agevolazioni del bando anche i progetti che abbiano come obiettivo la Social Innovation, ovvero che presentino soluzioni tecnologiche ai problemi dovuti al cambiamento della società per favorire una società inclusiva, innovativa e consapevole.

Il contributo concesso (a fondo perduto, a valere sui fondi del Por-Fesr 2014-2020) sarà pari al 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di 30.000 euro per ogni progetto, che dovrà essere realizzato nella Regione Lazio. L’assegnazione dei fondi avverrà secondo la procedura “a sportello”.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle 9.00 del 2 maggio 2017  fino alle ore 17.00 del 31 ottobre 2017 (salvo esaurimento del plafond).


Per info: