Cerca nel blog

giovedì 22 febbraio 2018

AGEVOLAZIONI PER LA CREAZIONE DI IMPRESE


“Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo volto a sostenere la creazione di nuove micro e piccole imprese costituite prevalentemente o esclusivamente da giovani e da donne, promosso dal Ministero per lo Sviluppo Economico.

Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono il finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili.

Le agevolazioni sono rivolte alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale, per iniziative volte a:
• produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
• fornitura di servizi alle imprese e alle persone
• commercio di beni e servizi
• turismo

Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi, rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

La dotazione finanziaria è di circa 150 milioni di euro, le agevolazioni saranno concesse fino a esaurimento dei fondi.

Per info:



domenica 4 febbraio 2018

PARI OPPORTUNITÀ NELLE SCUOLE


Sensibilizzare studenti e insegnanti sui principi della parità e delle pari opportunità, in coerenza con i principi espressi anche dalla Costituzione, in particolare all’articolo 3. 

Lavorare per il superamento degli stereotipi di genere che ancora oggi influenzano i percorsi formativi, l’accesso al mercato del lavoro e la carriera delle e dei giovani. Sono i principali obiettivi del Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione e la Consigliera Nazionale di Parità presso il Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali.

L’Intesa prevede la costituzione – presso il Miur – di un Comitato paritetico per la promozione di attività specifiche su questi temi e rientra tra le iniziative messe in campo dal Ministero dell’Istruzione per contrastare ogni forma di violenza e discriminazione e favorire il superamento di pregiudizi e disuguaglianze. Tra queste, in particolare, il Piano nazionale per l’educazione al rispetto del quale fanno parte le Linee guida nazionali previste dal comma 16, art. 1, della Legge 107 del 2015 per promuovere nelle scuole “L’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le altre discriminazioni”.

Per info:

venerdì 22 dicembre 2017

ORFANI DI CRIMINI DOMESTICI

Via libera dall’Aula del Senato al disegno di legge che tutela gli orfani di femminicidio.

Il 21 dicembre l'Assemblea ha approvato definitivamente, con 165 voti favorevoli, cinque contrari e un astenuto il ddl n. 2719, sugli orfani di crimini domestici.

Come si legge nel comunicato di seduta di giovedì 21 la relatrice, senatrice Cirinnà, ha riferito sul contenuto dei 13 articoli del provvedimento che disciplina il gratuito patrocinio per le vittime, le circostanze aggravanti dell'omicidio familiare, il sequestro conservativo dei beni, la provvisionale, l'indegnità a succedere, il diritto a una quota di riserva nelle assunzioni, la pensione di reversibilità, l'accesso ai servizi di assistenza, l'assistenza medico-psicologica, l'affidamento dei minori, il fondo per la solidarietà, l'assegnazione di alloggio di edilizia pubblica, il cambiamento di cognome.


Per info:

venerdì 15 dicembre 2017

AVVISO PER PROPOSTE SULLE CAUSE DEI DIVARI DI GENERE


La Commissione Europea ha pubblicato l’Avviso per la manifestazione di interesse a partecipare alla call ristretta della Commissione Europea REC-RGEN-PENS-AG-2017 “Avviso ristretto alle autorità nazionali responsabili delle politiche per l’uguaglianza di genere per proposte finalizzate ad affrontare la problematica dei divari di genere durante il ciclo di vita”.


Per info:http://www.pariopportunita.gov.it/media/3403/avviso.pdf

giovedì 30 novembre 2017

REGIONE LAZIO - AVVISO PUBBLICO “GENERIAMO PARITA’

Progetti per la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere.

Il presente Avviso Pubblico ha l’obiettivo di finanziare progetti volti ad informare e sensibilizzare i destinatari degli interventi rispetto al tema della violenza di genere.

Destinatari
- associazioni di promozione sociale così come definite dalla L.R. 22/99 e smi;
- organizzazioni di volontariato così come definite dalla L.R. 29/93 e smi;
- istituzione scolastiche di ogni ordine e grado (per la sola misura 1)

Progetti ammessi a contributo
L’importo del contributo a copertura del 100% delle spese ammesse e sostenute è pari ad un massimo di 20.000,00 euro a progetto al lordo di eventuale IVA e altri oneri di legge.

I progetti ammissibili sono attivabili all’interno di 2 specifiche misure d’intervento:

Misura 1: “Promozione della cultura del rispetto e dell’uguaglianza tra i sessi tenuto conto della pari dignità e delle differenze di genere”.

Misura 2: “Promozione di progetti rivolti agli uomini”.

Scadenza: entro e non oltre le 17.00 del 15 gennaio 2018

Per info:




REGIONE LAZIO - AVVISO PUBBLICO “CONTRIBUTO UNA TANTUM A FAVORE DEGLI ORFANI DI VITTIME DI FEMMINICIDIO

La Regione Lazio con la DGR 591/2016 ha previsto il finanziamento di interventi specifici per tutelare e sostenere le figlie e i figli delle donne che hanno subito violenza o vittime di femminicidio.
Il presente Avviso Pubblico ha l’obiettivo di riconoscere ai figli di età fino a 29 anni compiuti, orfani di una donna vittima di femminicidio, un contributo una tantum pari a 10.000 euro.

Destinatari
I soggetti destinatari del contributo sono gli orfani di madre vittima di femminicidio, avvenuto nella regione Lazio a partire dal 1° gennaio 2012, in possesso, alla data di presentazione della domanda, dei seguenti requisiti: 

1) Età fino a 29 anni compiuti (29 anni e 364 giorni);
2) residenza nella regione Lazio.

Il reato di femminicidio deve essere avvenuto nella regione Lazio a partire dal 1° gennaio 2012 fino alla data di scadenza del presente Avviso. Il reato deve risultare già attestato con sentenza, anche non definitiva, ovvero sulla base di atti/provvedimenti emessi dai competenti organi giurisdizionali anche minorili o assunti anche in sede di volontaria giurisdizione, al momento della presentazione della domanda.

Soggetti ammessi alla presentazione delle domande
a) il soggetto destinatario del contributo se ha compiuto il 18° anno di età;
b) il genitore del minore in qualità di esercente della patria potestà esclusivamente nel caso in cui non sia autore, indagato o imputato, del reato di femminicidio;
c) il tutore del minore o soggetti terzi individuati da un decreto di affido, anche temporaneo, sulla base di un provvedimento del Giudice Tutelare o del Tribunale per i minorenni.

Scadenza: 30 ottobre 2018.


Per info:



lunedì 13 novembre 2017

PREMIO WOMEN VALUE COMPANY: UN RICONOSCIMENTO PER LE IMPRESE CHE HANNO INVESTITO SUL SUPERAMENTO DEL GENDER GAP E SULLA CRESCITA AL FEMMINILE



Il “Premio Women Value Company – Intesa Sanpaolo”, pensato e realizzato dalla Fondazione Marisa Bellisario insieme al Gruppo Intesa Sanpaolo ha l’obiettivo di coinvolgere le imprese in un percorso di empowerment femminile e dare visibilità alle pratiche più virtuose e innovative, innescate dalle aziende per garantire pari opportunità e percorsi di carriera.

Il bando è destinato alle piccole e medie imprese pubbliche e private a prevalente capitale italiano e non appartenenti a gruppi, che abbiano registrato buone performance economico-finanziarie e che si siano distinte nell’applicazione di politiche di valorizzazione del lavoro femminile e di gestione della gender diversity: servizi di conciliazione famiglia/lavoro; iniziative volte a garantire ai dipendenti, uomini e donne, una serena gestione del loro tempo in azienda; politiche flessibili di organizzazione del lavoro; politiche retributive di merito non discriminatorie; piani di sviluppo e valorizzazione delle competenze e carriere femminili, con ampia presenza di donne in posizioni manageriali o apicali.

Le imprese potranno autocandidarsi entro il 9 febbraio 2018.

Per info:



lunedì 6 novembre 2017

BANDO PER IL BENESSERE DEI BAMBINI


È attivo il bando nazionale della Fondazione Just che consente a tutte le organizzazioni non profit italiane di candidarsi con uno o più progetti finalizzati a migliorare il benessere dei bambini.

Per partecipare i progetti dovranno possedere precisi requisiti:
§  - essere di ricerca scientifica o assistenza socio-sanitaria, rigorosamente rivolti ai bambini
§  - a rilevanza nazionale e interesse generale
§  - la cui durata massima sia di 3 anni
§  - presentati da organizzazioni con sede in Italia e almeno 5 anni di vita.

I progetti devono dimostrare un potenziale di produzione di valore sociale condiviso e sono scelti in base a coerenza dell’intervento con gli obiettivi del Bando; credibilità, affidabilità ed esperienza dell’organizzazione richiedente; efficacia dell’intervento proposto in termini di risposta ad un bisogno documentabile e rilevabile attraverso la raccolta di dati certi e un’analisi autorevole ed approfondita del bisogno; misurabilità dei risultati: l’ente finanziato specificherà i risultati attesi, le modalità e i tempi entro i quali potrà documentare i risultati ottenuti.

Scadenza: 30.11.2017

Per info:

mercoledì 1 novembre 2017

LINEE GUIDA NAZIONALI (ART. 1 COMMA 16 L.107/2015)


Messe a punto da un gruppo di lavoro istituito presso il MIUR, le Linee guida previste dal comma 16 art. 1 della  legge 107/2015 per promuovere nelle scuole “l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le altre discriminazioni” sono un documento di indirizzo che fornirà alle scuole spunti di riflessione per approfondire i valori e principi per una corretta “educazione al rispetto” ispirati dall’art. 3 della Costituzione.

Le scuole, nel rispetto della propria autonomia, saranno chiamate, attraverso un percorso di condivisione interna e a seguito di un aperto confronto con tutta la comunità scolastica, ad integrare il loro Piano Triennale dell’Offerta Formativa in ragione dei principi guida della parità tra i sessi, del contrasto alla violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione, proprio come prevede il comma 16 della legge 107/2015.

Per scaricare le Linee guida:



martedì 24 ottobre 2017

CATALOGO ON-LINE OPERE EDITORIALI



È on-line la seconda edizione del "Catalogo regionale delle nuove opere editoriali" che raccoglie estratti tradotti in inglese di 78 opere pubblicate da 22 case editrici laziali, grazie al sostegno della Regione Lazio e con il supporto di Lazio Innova.
Scopo dell’iniziativa è sostenere e promuovere il processo di internazionalizzazione del sistema editoriale laziale con la diffusione sui mercati esteri di nuovi progetti editoriali; le case editrici – Pmi con sede legale e/o sede operativa nel Lazio – hanno avuto la possibilità di tradurre fino a un massimo di 5 opere (20 cartelle ognuna) pubblicate da non più di 24 mesi.
Per info:




mercoledì 11 ottobre 2017

AVVISO PUBBLICO ROMA CAPITALE "PREVENT AND COMBAT GENDER-BASED VIOLENCE AND VIOLENCE AGAINST CHILDREN"





Il Dipartimento Progetti di Sviluppo e Finanziamenti Europei di Roma Capitale pubblica un avviso al fine di individuare i partner per la partecipazione al  bando europeo “Prevent and combat gender-based violence and violence against children”.

L’obiettivo è quello di selezionare partner che siano in grado di contribuire all’elaborazione di una proposta progettuale nel settore del contrasto e della prevenzione alla violenza di genere, anche con percorsi rivolti agli autori di reato, attraverso l’uso delle nuove tecnologie.”

Per info:


lunedì 9 ottobre 2017

GUIDA AI FINANZIAMENTI UE



Questa guida si rivolge a tutti i potenziali beneficiari dei finanziamenti dell’Unione europea (UE) e spiega:

• come funzionano i finanziamenti dell’UE
• le modalità di gestione dei finanziamenti dell’UE
• i tipi di finanziamento
• l’ammissibilità
• norme e principi di finanziamento dell’UE. 

La guida si prefigge di aiutare il lettore a muoversi agevolmente nel campo dei finanziamenti dell’UE. 

Per l'edizione 2017 della Guida, clicca qui http://europa.eu/!ph46Vd



venerdì 29 settembre 2017

ROMA - BEFANA PIAZZA NAVONA, PUBBLICATO BANDO PER LE MANIFESTAZIONI CULTURALI E RICREATIVE





Pubblicato l’avviso di gara per attività senza scopo di lucro impegnate in iniziative di intrattenimento ludico-culturali, creative, didattiche, socio-educative e solidali che si terranno nel corso della prossima edizione della Festa della Befana di Piazza Navona 2017/2018.

Previsti 12 spazi destinati a programmi di animazione culturale, attività socio-educative e solidali, e a iniziative promozionali di tecnologia applicata all’artigianato per bambini, ragazzi e famiglie. Dai laboratori creativi alla realizzazione di oggettistica e attrezzature innovative, i temi dei progetti proposti saranno il Natale e l'Epifania. Quanto alle proposte artistiche, il bando contempla 1 area spettacolo, pensata per le esibizioni musicali, teatrali, concertistiche.
  
Per info:

domenica 17 settembre 2017

ROMA: ASSEGNAZIONE LOCALI COMUNALI PER ATTIVITÀ CULTURALI E DI RILIEVO SOCIALE





Roma Capitale intende procedere all’assegnazione di locali da destinare ad associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato, Onlus ed altri soggetti senza scopo di lucro che intendano avviare iniziative culturali, di educazione e formazione, di tutela ambientale e di rilievo sociale rivolte ad implementare servizi ed attività di interesse pubblico e promuovere la partecipazione dei cittadini.

Le associazioni dovranno presentare un progetto dettagliato delle attività previste, corredato dal piano economico, e potranno usufruire del locale con concessione di sei anni rinnovabile e canone agevolato, ridotto dell’80% rispetto al valore di mercato, come previsto dal Regolamento di Roma Capitale attualmente vigente.

Il termine di scadenza per le domande è fissato alle ore 12 del 6 novembre 2017

Per info:



giovedì 7 settembre 2017

MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI: AVVISO PUBBLICO





È online, sul sito del Dipartimento Pari Opportunità, l’avviso per l’affidamento di un servizio finalizzato alla predisposizione di apposite linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime - spesso giovani e giovanissime - di mutilazioni genitali femminili o di altre pratiche lesive o discriminatorie, provenienti dai Paesi quali Nigeria, Somalia, Eritrea, Mali e Ghana.

Il servizio è rivolto agli operatori del settore nei Centri di primo soccorso e accoglienza (Cpsa), nei Centri di accoglienza (Cda) e nei Centri di accoglienza per richiedenti asilo (Cara).
Con questo avviso, il Dipartimento per le Pari Opportunità intende recepire le manifestazioni di interesse dei soggetti che vorranno concorrere per l’affidamento di tale  servizio.

L’importo presunto del servizio da affidare con la successiva procedura negoziata non potrà superare la somma di € 30.000,00.

Si intendono così fornire adeguati strumenti informativi e formativi  a tutti gli operatori (figure professionali sanitarie, assistenti sociali, mediatori culturali, etc.) che lavorano nei centri in cui sono accolte donne e ragazze richiedenti asilo o beneficiarie di protezione internazionale provenienti da paesi a rischio di mutilazioni genitali femminili o altre pratiche tradizionali dannose. L'obiettivo è duplice facilitare l’emersione di tali fenomeni e promuovere idonei interventi di prevenzione e cura; realizzare un manuale contenente linee-guida, in italiano, francese e inglese,  per la identificazione delle vittime e potenziali vittime di mutilazioni genitali femminili e/o altre pratiche tradizionali dannose per la salute. 

Per info: